I nostri volontari all'opera....

 

30 ANNI INSIEME A VOI...

... le premiazioni con il Presidente del Quartiere Saragozza Cipriani

Grazie Livio, consegnato un attestato di stima a Livio Tagliavini, 85 anni, 30 dei quali spesi a fare giocare i bambini del Pronto Soccorso Pediatrico del Maggiore

85 anni, sposato, una figlia, residente nel quartiere Porto Saragozza, divoratore di libri. E con una grande passione, portare conforto ai piccoli ospiti del Pronto Soccorso Pediatrico dell’Ospedale Maggiore. Da 30 anni, infatti, Livio Tagliavini non trascorre una settimana senza giocare con loro e regalare affetto e sorrisi.

Un impegno, del tutto volontario, che attraversa una vita e che oggi giovedì 20 dicembre è stato festeggiato ufficialmente proprio all’Ospedale Maggiore, quando Chiara Gibertoni e Chiara Ghizzi, rispettivamente direttore Generale dell’Azienda Usl di Bologna e direttore della Pediatria dell’Ospedale Maggiore, hanno consegnato a Livio Tagliavini un affettuoso e più che meritato attestato di stima. 
La cerimonia si è tenuta presso la Pediatria, al 6° piano dell’Ospedale Maggiore, alle 13.

Livio Tagliavini, assieme ai volontari dell’Associazione di volontariato Onlus Andare a Veglia sono presenti sette giorni su sette al Pronto Soccorso Pediatrico dell’Ospedale Maggiore per intrattenere i bambini durante la loro permanenza. Origami, puzzle, palloncini, storie lette e raccontate, sono i ferri del mestiere. Livio in particolare è uno specialista degli aeroplani di carta, ne sa costruire una quantità innumerevole con cui lascia sbalorditi i piccoli pazienti che per far volare una sua creazione sono disposti anche ad abbandonare lo schermo dello smartphone.

Il suo impegno è cominciato 30 anni fa quando, andato in pensione dopo 40 anni di lavoro come commesso in un negozio di materiale elettrico, ha conosciuto l’associazione Andare a Veglia che lavora per l’inclusione sociale e la lotta alla solitudine, che da allora non ha più lasciato.

“30 anni fa la Pediatria era molto diversa da oggi  - afferma Livio Tagliavini -. I bambini allora rimanevano ricoverati anche per lunghi periodi ed era facile instaurare una vera e propria relazione. Molti aspettavano il nostro arrivo tutte le mattine già nell’atrio del reparto. Oggi per fortuna la permanenza in ospedale è in generale molto più breve, alle volte solo poche ore, ma poter far giocare e far dimenticare, anche se per poco, la malattia a un bambino rimane una soddisfazione infinita”.  

GRAZIE TOYOTA - CESAB 2019

Un GRAZIE di cuore alla TOYOTA per la bellissima festa di Natale che ha organizzato e Grazie alla quale ha sostenuto la nostra associazione!!!
Un GRAZIE anche a tutti i suoi dipendenti per la raccolta dei giochi usati che andranno ai bimbi bisognosi del sostegno compiti del centro estivo di Giugno 2020 e dell’ospedale Maggiore di Bologna!!!
Un grande abbraccio ad ognuno di voi!!!!

GRAZIE TOYOTA - CESAB 2018

Un GRAZIE di cuore alla TOYOTA per la bellissima festa di Natale che ha organizzato e Grazie alla quale ha sostenuto la nostra associazione!!!
Un GRAZIE anche a tutti i suoi dipendenti per la raccolta dei giochi usati che andranno ai bimbi bisognosi del sostegno compiti del centro estivo di Giugno 2019 e dell’ospedale Maggiore di Bologna!!!
Un grande abbraccio ad ognuno di voi!!!!

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now
Vado anch'io in vacanza

Per due settimane, 25 bambini segnalati dai servizi educativi svolgono attività gratuitamente.